Cibi Pericolosi

A tutti i proprietari sarà capitato di essere fissati intensamente dal proprio animale, con sguardo supplichevole, mentre si consuma qualche pasto. E tutti i proprietari sanno perfettamente cosa i nostri amici vogliono dirci in queste circostanze: “ti prego, dammi un pò di quello che stai mangiando, sono affamato!”.

Molto spesso capita di lasciarsi intenerire e concedergli qualcosa dalla tavola senza sepere, però, che questo comportamento può essere estremamente pericoloso per la loro salute.

Infatti,  alcuni alimenti comunemente utilizzati in cucina possono essere dannosi o addirittura tossici per i cani.

Questa è una lista dei principali cibi pericolosi con i conseguenti effetti nocivi che più frequentemente possono essere somministrati accidentalmente ai nostri animali.

La cioccolata contiene una sostanza chiamata teobromina. Questa sostanza ha effetti tossici inizialmente di carattere eccitatorio, bisogna considerare che 3-4 etti possono di cioccolato riescono ad uccidere un cucciolo. Inoltre, più alta è la percentuale di cacao, e maggiore è il rischio e minori le dosi tossiche.

Uva e uvetta, possono provocare un’insufficienza renale acuta talvolta mortale. Per quanto riguarda l’avocado, ricerche scientifiche hanno dimostrato che le foglie, i frutti ed i semi contenono una tossina molto pericolosa per gli animali.

Le noci di macadamia, possono provocare debolezza, vomito, tremori e ipertermia. I sintomi durano generalmente fino a due giorni, e di solito compaiono entro 12 ore dall’ingestione.

I dolcificanti artificiali (xilitolo) possono causare danni al fegato e anche la morte in alcuni cani più vulnerabili. Lo xilitolo si trova come sapete anche in gomme da masticare, caramelle, biscotti senza zucchero e dentifricio. Leggete sempre le etichette.

Cipolla ed aglio, così come i cavoli, contengono una sostanza che distrugge i globuli rossi circolanti, determinando così un’anemia, che può risultare in alcuni casi fatale

L’alcool, se assunto in quantitativi pericolosi, determina una sintomatologia depressiva sul sistema nervoso centrale con conseguente depressione respiratoria.

Il caffè, può provocare vomito, diarrea, difficoltà nella respirazione, sete e minzione continua, iperattività, tremori, convulsioni e, potenzialmente, la morte.

Gli alimenti con un contenuto di sale o di grassi possono causare disturbi allo stomaco e potenzialmente infiammare il pancreas.

Cibi salati inoltre possono rappresentare un rischio per lo sviluppo di tossicosi da ioni di sodio che si manifestano con   problemi gastroenterici quali vomito e diarrea.

Patate crude, piselli crudi, fagioli  provocano un’eccessiva fermentazione a livello gastrointestinale.

Come regola generale possiamo dire che, nel caso in cui un animale si intossichi con qualche alimento, il primo apparato ad essere coinvolto è quello gastroenterico, per cui molto frequentemente si osserverà una sintomatologia di carattere acuto con presenza di vomito e/o diarrea.

Nel caso in cui aveste il sospetto che il vostro animale abbia ingerito qualche alimento che non avrebbe dovuto, recatevi rapidamente dal vostro veterinario che provvederà con le cure del caso.

Trascurare un avvenimento del genere potrebbe avere gravi conseguenze sulla salute dei nostri animali.

Questa è solo una piccola parte degli alimenti che possono rivelarsi pericolose, per cui bisogna, prima di somministrare qualche alimento “inusulale” chiedere sempre consiglio al proprio veterinario che sarà in grado di indirizzarvi nella scelta “dell’extra” più adeguato da poter utilizzare con assoluta sicurezza.

 

Domenico Grimaldi, Medico Veterinario